Salta il contenuto
Oki e Okitask: quali sono le differenze?

Oki e Okitask: quali sono le differenze?

Una delle situazioni più comuni per il farmacista è quella di comunicare al paziente che per l’acquisto delle bustine di Oki è necessaria la ricetta del medico. Ebbene sì, l’Oki bustine è un farmaco etico, acquistabile in farmacia solo se siete in possesso di ricetta bianca Ripetibile del medico. L’unica formulazione acquistabile in assenza di ricetta del medico è l’Okitask, disponibile in due formulazioni.

Oki e Okitask: quali sono le differenze?

Una delle situazioni più comuni per il farmacista è quella di comunicare al paziente che per l’acquisto delle bustine di Oki è necessaria la ricetta del medico. Ebbene sì, l’Oki bustine è un farmaco etico, acquistabile in farmacia solo se siete in possesso di ricetta bianca Ripetibile del medico con la quale potete ritirare 10 confezioni del suddetto farmaco in sei mesi a partire dalla data di compilazione della ricetta. L’unica formulazione acquistabile in assenza di ricetta del medico è l’Okitask, disponibile in due formulazioni.

Ma andiamo a vedere in dettaglio.

L’Oki bustine (80 mg granulato per soluzione orale) è una formulazione a base di Ketoprofene sale di lisina, antinfiammatorio e antireumatico non steroideo appartenente alla classe dei derivati dell’acido propionico. Si utilizza nel trattamento sintomatico di stati infiammatori associati a dolore, tra i quali:

  • artrite reumatoide
  • spondilite anchilosante
  • artrosi dolorosa,
  • reumatismo extra-articolare
  • flogosi post-traumatica
  • affezioni flogistiche dolorose in odontoiatria, otorinolaringoiatria, urologia e pneumologia.

Dose, modo e tempo di somministrazione? Sia per gli adulti che per i bambini, ma soprattutto per gli anziani, trattandosi di un farmaco etico è necessario un attento consulto del medico.  

Qual è la differenza con L’Okitask?

L’azienda farmaceutica Dompé ha introdotto in commercio una formulazione denominata Okitask® (Ketoprofene sale di Lisina) che non necessita della prescrizione del medico. Si tratta, infatti, di un farmaco senza obbligo di ricetta acquistabile in farmacia e parafarmacia. La principale differenza dell'Okitask rispetto all'Oki è nella concentrazione di principio attivo, che risulta esattamente la metà di quella contenuta nelle bustine di Oki. Come si presenta? -Granulato per uso orale. Confezione da 10, 20 o 30 bustine. -Compresse rivestite con film. Confezione da 10 o 20 compresse.  

Per che cosa è indicato?

Okitask® in bustine orosolubili o in compresse rivestite con film è indicato per dolori di diversa origine e natura, in particolare:
  • mal di testa
  • mal di denti
  • nevralgie
  • dolori mestruali
  • dolori muscolari e osteoarticolari.

Adulti e ragazzi sopra i 15 anni: 1 bustina/1 compressa una sola volta, o ripetuta 2-3 volte al giorno, nelle forme dolorose di maggiore intensità. Nel caso della bustina orosolubile, il contenuto può essere posto direttamente sulla lingua: Okitask® orosolubile si dissolve con la saliva, consentendone l’impiego senz’acqua.  

E’ preferibile l’assunzione a stomaco pieno?

Assolutamente si, come tutti gli anti-infiammatori è fortemente gastro-lesivo e si consiglia sempre l’assunzione a stomaco pieno. Non assumere in gravidanza o allattamento In politerapia farmacologica o in particolari patologie, è sempre consigliato il consulto del medico.  

 

Hai bisogno di alcuni chiarimenti? Raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendo a info@chiediloalfarmacista.it 

Vuoi ricevere gli articoli del nostro blog in anteprima direttamente sulla tua casella di posta elettronica? Clicca qui   

"L'utilizzo smodato e inconsapevole dei motori di ricerca nel vano tentativo di automedicarsi può avere effetti indesiderati, anche gravi. Ascolta attentamente il tuo medico e il tuo farmacista, non è nocivo!"

Articolo precedente Maalox Bianco o Giallo?
Articolo successivo La maschera di Decathlon si trasforma in strumento per la ventilazione respiratoria

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di pubblicazione

* Campi obbligatori

Sezione Domande e Commenti

    1 out of ...

    Altri articoli dal nostro Blog

    • Prurito anale: cause e trattamenti

      Prurito anale: cause e trattamenti

      Che cos'è il prurito anale?  Il prurito anale è una condizione caratterizzata dalla presenza di una sensazione di pizzicore circoscritta all’ano o all’area a questo immediatamente circostante.   Il prurito è caratterizzato dal bisogno, più o meno impellente, di grattarsi.   Diverse...

      Leggi adesso
    • DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

      DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

      I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono un insieme di patologie caratterizzate da alterazioni nelle abitudini alimentari con particolare preoccupazione per il proprio peso corporeo e per le proprie forme.   Generalmente sono disturbi che insorgono in adolescenza con alcuni tratti...

      Leggi adesso
    • Le Regole d'Oro della Fotoprotezione

      Le Regole d'Oro della Fotoprotezione

      Abbiamo già sottolineato l’importanza di una buona protezione solare e dell’esporsi al sole con prudenza, per evitare il rischio di creare danni a carico della pelle. In particolare la pelle del viso riceverebbe il 25% dell’irradiazione totale annua rispetto al...

      Leggi adesso